VERONA
15/17 SETTEMBRE 2022

SALONE MONDIALE
DEL TURISMO

for World Heritage Sites

FTO Italia: innovazione, digitalizzazione e sostenibilità, le parole chiave per il turismo organizzato

29 Giugno 2022

Newsletter a cura del WTE

FTO Italia: innovazione, digitalizzazione e sostenibilità, le parole chiave per il turismo organizzato

FTO – Federazione Turismo Organizzato è l’associazione aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia che rappresenta i principali attori della filiera del turismo organizzato, con oltre 1600 associati tra agenzie di viaggio, tour operator e società di servizi legate al mondo del turismo.

In occasione della prossima edizione del World Tourism Event, che si terrà a Verona dal 15 al 17 settembre, FTO sarà, ancora una volta presente. Incontriamo, dunque, il Direttore Nazionale FTO, Gabriele Milani che ci spiega perchè.

“Di fronte alle sfide del mondo che cambia, FTO sta puntando su innovazione, digitalizzazione e sostenibilità. -sostiene Milani- Il modo di viaggiare sta cambiando profondamente e dunque è necessario anche incentivare un percorso di formazione continua, sia da parte degli operatori, che così possono dare il valore aggiunto che i clienti meritano, sia più in generale per creare una cultura del turismo organizzato nelle generazioni attuali e in quelle future.”

 

 

Quanto conta il brand UNESCO nei viaggi organizzati sia per il turista che per il tour operator?

Il brand UNESCO è innanzitutto una grande suggestione per noi italiani che siamo tra l’altro i detentori del maggior numero di siti protetti dalle Nazioni unite. Ma per il turismo organizzato rappresenta un volano decisivo in relazione alla vendita di una destinazione, sia per l’incoming che per l’outgoing.

La possibilità di inserire nei pacchetti destinazioni con siti Patrimonio mondiale significa offrire un’esperienza di viaggio più autentica, esperenziale, dal senso spesso più profondo. Vuol dire incentivare quello slow tourism sostenibile e di qualità che contrasta le forme più aggressive di consumo turistico. Fornire agli operatori un approccio più culturale, con tematiche “profonde” nella costruzione di un itinerario di viaggio, significa trasmettere poi al viaggiatore la storia, l’anima, l’essenza di un sito, per un momento di vissuto che renderà l’esperienza del viaggio indimenticabile.

FTO ha realizzato o ha in programma iniziative specifiche per creare consapevolezza nel turista rispetto ai luoghi patrimonio mondiale da visitare?

Come FTO ci facciamo promotori di un turismo più cosciente, più inclusivo. Oggi non può esistere turismo consapevole, infatti, senza una vera e propria cultura del turismo. Per noi il brand UNESCO non è soltanto sinonimo di turismo di qualità, ma è anche un veicolo attraverso il quale trasmettere ai nostri operatori le best practice per creare approcci sostenibili e migliorarli continuamente. Uno dei progetti più interessanti che abbiamo stimolato, e che coinvolge tutti i patrimoni UNESCO del Veneto, per esempio, è la formazione di una rete d’impresa, Amazing Veneto, che aiuti operatori della Regione a sviluppare sinergie e nuovi turismi sul territorio. Amazing Veneto raccoglie oltre 20 operatori, tra agenzie di viaggio e strutture ricettive che, facendo rete, lavorano su prodotti quali enogastronomia, cultura, montagna e mare nei quali i siti del Patrimonio UNESCO si inseriscono in modo trasversale.

Con quali aspettative FTO si appresta a partecipare all’edizione 2022 del WTE e quali le novità che porterete al salone?

L’anno scorso al salone abbiamo presentato Amazing Veneto nelle sue fasi primordiali. Oggi, invece, questa iniziativa è una realtà strutturata che, oltre ad aiutare le imprese aderenti, può davvero essere da stimolo per i territori che coinvolge. Più in generale, siamo certi che WTE sia il posto giusto in cui approfondire le tematiche care alla nostra federazione e alle nostre imprese. C’è sempre più bisogno di parlare di turismo sostenibile, di rispetto per i territori, di inclusività e innovazione e rendere queste tematiche concrete attraverso modelli e soluzioni pratiche. Le crisi e gli shock epocali che stiamo vivendo ci proiettano verso un “new normal” in cui poco o nulla sarà come prima: aiutare il viaggiatore a costruire la sua autentica e personale esperienza di viaggio significa, oggi più che mai, mettersi in gioco con competenze e professionalità sempre più evolute per regalargli dei momenti di vita davvero indimenticabili. Proprio ciò che accade quando si visita un sito UNESCO.

L’appuntamento con il World Tourism Event for World Heritage Sites è a Verona dal 15 al 17 settembre 2022.
Lo staff del WTE è a disposizione per trovare la migliore soluzione di partecipazione all’evento.
Per informazioni: Tel 0758005434  | mail info@wtevent.itwww.wtevent.it