VERONA
15/17 SETTEMBRE 2022

SALONE MONDIALE
DEL TURISMO

for World Heritage Sites

La Romania alla ricerca di una strategia di promozione turistica unitaria. Ioana Paun, Product Manager del World Travel Group di Bucarest, spiega il ruolo dei siti Unesco per l’incoming turistico del Paese

18 Maggio 2022

Newsletter a cura del WTE

La Romania, terra antica, dalla storia importante, che ha visto numerosi popoli abitare il suo territorio, lasciando importanti quanto suggestive testimonianze della loro presenza, conta oggi numerosi siti che sono stati iscritti nella World Heritage List Unesco, a partire dal 1993 fino a2010. Tra i primi ad essere considerati Patrimonio mondiale i monasteri della Bukovina (Moldavia) con i loro splendidi affreschi, inseriti nella WHL nel 1993, i villaggi e le chiese fortificate della Transilvania, sette monumenti iscritti tra il 1993 e il 1999, le Città dacie dei Monti Orāstie (1999), il monastero di Horezu (1993) la cittadina medievale di Sihisoara, risalente al Trecento e le chiese in legno del Maramures (1999) erette tra il XVII e XVIII secolo, nel nord del Paese. Il Paese conta poi anche due siti naturalistici, quali il Delta del Danubio, con la sua ricchezza in termini di flora e fauna, e le foreste di faggio dei monti Carpazi. Un patrimonio magnifico che costituisce, senza dubbio, un richiamo importante dal punto di vista turistico oltre che, naturalmente, una ricchezza da preservare e tutelare. -spiega Ioana Paun, Product manager del Tour operator World Travel Group di Bucarest- che noi, tour operator privati, stiamo cercando di valorizzare e promuovere con notevoli sforzi a livello individuale.”

 

Quanto conta il brand Unesco per la promozione turistica per voi tour operator?

Dal nostro punto di vista moltissimo. Il riconoscimento come Patrimonio mondiale è la garanzia del valore culturale e naturalistico dei siti che possono fregiarsene e che meritano di essere visitati, oltre che rispettati e tutelati. Come World Travel Group abbiamo anche creato un tour specifico dedicato esclusivamente ai siti Unesco della Romania, che, peraltro, sono dislocati sul territorio in maniera tale da permetterne una facile visita. Il tour è stato molto apprezzato fin dall’inizio, cinque anni fa, poi ha avuto una battuta d’arresto, come tutto l’incoming, a causa della crisi internazionale. Adesso intendiamo riproporlo perché è davvero un’opportunità affascinante di conoscere ed entrare nella storia del nostro Paese.

 

Questo rilancio avverrà al WTE di Verona, dal 15 al 17 settembre?

Senza dubbio. Quasi tutti i tour ideati da World Travel Group includono i siti Unesco, che -come dicevo- per noi sono un importante richiamo turistico. Al Salone di Verona presenteremo la programmazione dell’anno prossimo, puntando proprio sui siti Patrimonio mondiale del Paese. Purtroppo, la pandemia prima e la guerra in Ucraina poi hanno creato ingenti danni al nostro settore. Da noi la situazione è tranquilla e non ci sono più rischi che in altri Paesi europei, eppure dallo scoppio della guerra russo-ucraina abbiamo avuto continue cancellazioni di tour già prenotati. Lavoriamo molto con l’Italia, soprattutto, con la Francia e la Spagna. Come tour operator partecipiamo a tutte le principali fiere in questi paesi per promuovere la destinazione Romania. Lo sforzo che facciamo è ingente e, al momento, il contesto internazionale non ci aiuta. Speriamo che a settembre si possa già guardare al 2023 con più fiducia.

 

Del resto, dopo che l’ente nazionale per il turismo della Romania ha chiuso gli uffici turistici all’estero, manca una adeguata promozione del sistema Paese all’estero, coordinata e unitaria. Siamo in attesa di capire che tipo di azione le istituzioni decideranno di mettere in campo e nel frattempo ci muoviamo individualmente.

 

Per conoscere la Romania e tutte le sue bellezze l’appuntamento è con il World Tourism Event for World Heritage Sites, a Verona dal 15 al 17 settembre 2022.
Lo staff del WTE è a disposizione per trovare la migliore soluzione di partecipazione all’evento.
Per informazioni: Tel 0758005434  | mail info@wtevent.itwww.wtevent.it